Archivio di dicembre 2014

Casanova e l’anulare lungo

mercoledì, 17 dicembre 2014

2dratioNella storia recente della chirologia riveste una certa importanza l’esame del “digit ratio”, rapporto fra la lunghezza dell’indice e dell’anulare. E’ stato provato che tale digit ratio è correlato all’esposizione del feto al testosterone fino al momento della nascita e questo a sua volta è legato a numerose caratteristiche fisiche e psicologiche. Ho da poco scritto sull’argomento il post Osservare l’indice e l’anulare, a cui aggiungo ora qualche considerazione sui precursori.

Il primo scienziato ad osservare un rapporto variabile fra indice e anulare e a studiarlo è stato un antropologo, Alexander Hecker (1), mentre il secondo è stato, due anni dopo, l’italiano Paolo Mantegazza (2), fisiologo e antropologo, seguito, dopo una decina d’anni, da Grüning (3) e Backer (4). (altro…)

Osservare l’indice e l’anulare

mercoledì, 10 dicembre 2014

manningUna vecchia barzelletta recitava: “Da dove incomincia la chiromante a leggere la mano?” “Incomincia dall’indice”.
Quanti avranno riso ascoltandola, senza supporre che la battuta nascondeva una sorprendente verità.
Lo dimostra con grande lucidità e competenza scientifica John Manning, autore di “The Finger Book” (1) (Il Libro delle Dita), un testo che dimostra che il rapporto fra dito indice e anulare è correlato a varie caratteristiche fisiche e psicologiche. Viene così offerta una panoramica sulle numerose ricerche di Manning sull’argomento, svolte nell’arco di molti anni.

Ad esempio l’anulare lungo nell’uomo è correlato alla velocità nella corsa e a buoni risultati nel rugby e nel calcio, nella donna a caratteristiche di maggiore estroversione. Chi ha l’anulare lungo è più dominante, aggressivo e competitivo, portato agli studi scientifici rispetto a chi l’ha corto. (altro…)